envelopeinfo@cybersecuritysolved.comphone+39 329 195 4548

INPS & phishing

Si fingono l'INPS ma è un tentativo di phishing tramite mail effettuato da cybercriminali.

L'attività criminale in questo difficile periodo della pandemia da COVID-19 non conosce sosta, l'Istituto nazionale della previdenza sociale e la Polizia delle telecomunicazioni, infatti, dalla scorsa settimana, mettono in guardia gli utenti che è in corso un tentativo di truffa tramite e-mail di phishing finalizzata a sottrarre fraudolentemente il numero della carta di credito, con la falsa motivazione che servirebbe a ottenere un rimborso o il pagamento del Bonus 600 euro.


Il phishing, si ricorda, è un tipo di truffa effettuata su Internet (o tramite e-mail o Social Network) tramite il quale un criminale informatico cerca di ingannare la vittima convincendola a fornire informazioni personali quali dati finanziari, codici di accesso, informazioni societarie, fingendosi un soggetto affidabile in una comunicazione digitale.
L'Inps e la Polizia postale hanno invitato tutti gli utenti (i più esposti sono le persone realmente bisognose) ad ignorare e-mail che suggeriscono di cliccare su un link per ottenere il pagamento del Bonus 600 euro o qualsiasi forma di rimborso da parte dell'Inps.


Si ricorda, infatti, che le informazioni sulle prestazioni Inps sono consultabili esclusivamente accedendo direttamente dal portale www.inps.it. e che l'INPS, per motivi di sicurezza, non invia in nessun caso mail contenenti link cliccabili..